Ieri a piazza dei Mirti

Roma 15/09/2021

 

COMUNICATO STAMPA

Meglio Ecologica, Meglio Solidale, Meglio Paolo Berdini

ieri a Piazza dei Mirti, a Centocelle, è stata presentata la lista e il programma di

Roma ti Riguarda – Capitale dell’Ecologia Integrale

 

“La sapienza del passato, il radicamento di Rifondazione Comunista nella città e nei Municipi, l’ambientalismo di ultima generazione, la forza rigeneratrice poi tradita del primo M5s, ma soprattutto i cittadini, singoli, che devono tornare al centro delle procedure decisionali con le pronunce popolari, ed i cittadini organizzati, come i Comitati contro l’autonomia differenziata che oggi sono qui con noi. La lista Roma ti Riguarda vuole mettere tutti insieme, perché solo tutti insieme possiamo scardinare quella stratificazione di poteri e di malaffare che ha dominato Roma negli ultimi 30 anni, portandola al declino. Noi, diversamente dal liberismo predatorio, vogliamo arricchire la città, mettendo al centro la dignità del lavoro e dando a tutti un tetto sulla testa, così Roma non sarà più la Capitale degli sfratti, delle occupazioni e dei senzatetto”. Così il candidato Sindaco Paolo Berdini, aprendo l’iniziativa di presentazione del programma e della lista di sinistra ed ecologista che lo sostiene, “Roma ti RiguardaCapitale dell’Ecologia integrale”, che si è tenuta a piazza dei Mirti, a Centocelle, con tutte le candidate ed i candidati all’Assemblea capitolina ed ai Municipi.

Un programma snello, 16 progetti dedicati a personalità del passato che hanno fatto grande la città: all’architetto Antonello Sotgia il provvedimento sulle case popolari, per la messa a sistema degli immobili pubblici inutilizzati; ad Italo Insolera, per avviare la costruzione di cinque linee tranviarie; alla partigiana Maria Michetti la creazione degli sportelli di prima accoglienza per i migranti; a Renato Nicolini, l’idea di individuare e valorizzare in ogni quartiere la rete di beni culturali, artistici ed archeologici che esistono nelle periferie e nell’Agro, costruendo veri e propri parchi storici. E’ intitolato all’architetto Fabrizio Giovenale il progetto per chiudere il ciclo dei rifiuti e costruire una rete adeguata di impianti di trattamento e smaltimento nel territorio cittadino, e al sindaco Luigi Petroselli il provvedimento per risanare, ripensare dal punto di vista tipologico ed energetico i quartieri pubblici delle periferie.

“Un collegamento tra il presente ed uno dei periodi più fecondi della Capitale – prosegue l’urbanista – che non è solo ideale, visto che della Giunta Petroselli, che ha fatto cose meravigliose, noi candidiamo come capilista Alberto Benzoni e Bernardo Rossi Doria, che allora ricoprivano il ruolo di Prosindaco e Assessore. Con loro noi abbiamo in mano la storia di Roma. E’ un segnale: l’ultimo quartiere di case popolari è stato costruito durante quel periodo. Negli anni ’60 si costruiva lo stabilimento della Technicolor sulla Tiburtina, dove è passato il cinema migliore e dove 1200 maestranze creavano brevetti innovativi ed inventavano processi tecnologici come il Technoscope e l’Enr con cui Steven Spielberg e Bernardo Bertolucci hanno vinto l’Oscar, mentre questa amministrazione apre il centro Amazon a Fiano Romano, dove 1200 persone lavorano su tre turni, con contratti a termine che raramente vengono stabilizzati: è una scelta istituzionale la vocazione che si vuole dare al territorio! Ora lo stabilimento Technicolor è stato svenduto, altro fallimento di questi anni: il predominio della proprietà immobiliare e della valorizzazione immobiliare, su cui il privato ha fatto speculazione. Per questo noi vogliamo il ritorno del pubblico.”

“In un momento in cui le liste civiche impazzano, perché i partiti – ricorda Berdini – non godono di buona stampa e del favore popolare e si nascondono, noi abbiamo Rifondazione Comunista che ci mette la faccia, candidando suoi dirigenti, come il segretario Vito Meloni, Michela Becchis e tanti altri che hanno le radici nei quartieri. Questo è stato il motore dell’operazione, senza un Partito non saremmo andati da nessuna parte. A differenza di chi ha fatto le altre liste alla sinistra del Pd, che ha ancora la cultura dell’identità, qui c’è l’esempio di chi mette a disposizione la propria identità per un progetto più largo”.

“C’è poi un altro pezzo della lista e la contaminazione con la cultura ambientalista di nuova generazione, con Planet e Marco Carraro. Niente a che vedere con gli ecosocialisti che stanno sotto la cuccia del Pd e sostengono quelli che vogliono il Ponte sullo Stretto. La crisi ambientale e il cambiamento climatico è sotto gli occhi di tutti ed è colpa di questo modello di sviluppo. Tanti giovani impegnati nella salvaguardia del pianeta, qui trovano un luogo dove esprimersi e fare politica. Senza dimenticare chi è rimasto deluso dal M5s e da Virginia Raggi ed è venuto con noi, come Raffaele Schettino e Alessio Marini, già consiglieri municipali”.

“Carlo Calenda cerca di portare via i voti al Pd anche se – ricorda Alberto Benzoni – è stato eletto eurodeputato con i voti del Pd, e questo qualifica lui e il Pd, ma se non viene eletto sindaco, state sicuri che non lo vedrete più, così come spariranno tutti gli altri candidati. Mentre Paolo Berdini, se verrà eletto consigliere comunale state sicuri che rimarrà al suo posto e farà di tutto per cambiare le cose, nel solco della Giunta Petroselli, che ha rappresentato il welfere per tutti: asili nido, sanatorie per borgate, centri anziani, case popolari. Un sogno tradito dal Pd di Goffredo Bettini che da 30 anni teorizza che la città si governa con i privati”.

“Noi candidate e candidati – spiega nel suo intervento Miclela Becchis – stiamo in mezzo ai cittadini e sappiamo quali sono le loro difficoltà, siamo un gruppo di compagni e di compagne che hanno sogni e progettualità comuni. Non ci piace l’idea di centro e di periferia, per noi la città è una. Potete votarci congiunti, disgiunti, ma votateci.  Dobbiamo lavorare insieme”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu