Il San Giacomo ridiventa un ospedale? 8.7.2021

Ogni tanto una buona notizia ci risolleva lo spirito nella nostra valle di lacrime quotidiana! Una clamorosa sentenza del Consiglio di Stato ha decretato non valida la chiusura dell’Ospedale San Giacomo, effettuata
nel 2008 ad opera della regione Lazio, nell’ambito del suoi piani di progressiva riduzione della spesa sanitaria.
Gli effetti li abbiamo visti in particolare nel corso della pandemia da COVID 19, che ha enfatizzato l’inadeguatezza ormai cronica della sanità pubblica.
Allora si discusse moltissimo questa chiusura, che lasciava il centro storico di Roma senza un adeguato presidio sanitario, favorendo oltre a tutto il progressivo svuotamento della città entro le mura aureliane dei propri abitanti ormai in fuga da una disneyland senza anima e priva ormai di controllo sociale. Cittadini e associazioni allora presero posizione con forza ricordando il danno che si faceva ad un’area della città, frequentata comunque da molti anziani, moltissimi lavoratori e turisti, ma non ci fu nulla da fare. La Regione andò avanti per la sua strada e riuscì persino ad ottenere un cambio di destinazione d’uso, che avrebbe consentito ai privati di trasformare un antico ospedale in un residence di gran lusso!
Ora in seguito al ricorso dell’ultima discendente del cardinal Salviati, che quell’ospedale aveva fatto costruire per la popolazione romana di allora, dichiarando formalmente nel suo testamento, che l’uso di quell’edificio dovesse per sempre essere mantenuto tale, il Consiglio di Stato ha ridato una speranza alla città pubblica e a tutti i romani.

Inviato da iPad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu