Ultime notizie su Roma

di Alberto Benzoni –

Per Giancarlo Giorgetti, vero capo della Lega, Calenda è, per Roma, un ottimo candidato. Non è, né poteva essere è un invito esplicito a votarlo. Ma è anche un suggerimento fortissimo per gli elettori del centro-destra romano, in vista di un determinato tipo di ballottaggio.. A partire dalla constatazione, ovvia, che, se l’obiettivo è quello di battere Gualtieri, Calenda ha tutte le possibilità di farlo e Michetti nessuna.

Anche in questo caso il Pd giocherà la carta del “voto utile per sbarrare la strada”, ma non avrà  in mano un asso, ma il due di coppe quando governa bastoni. Perché il programma di Calenda è, con qualche pagina in più,  simile a quello di Gualtieri; perchè Calenda erede a suo dire, di Rosselli , non può essere definito come fascista; e, infine, perchè Calenda era ed è rimasto deputato del Pd al Parlamento europeo.

Questo per ricordare, di passata, agli elettori romani che il bancomat politico del Pd – votare contro e cioè per il meno peggio, non può più andare all’incasso. E che la via maestra che si riapre torna ad essere, come un tempo, il voto utile sulle cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu